Archive for the ‘Grunge’ Category

Kurt Cobain era famoso per inserire messaggi più o meno indiretti nei suoi testi, e qui in “Come As You Are” sembra voler spingere l’ascoltatore-fan ad interpretare il testo piuttosto che limitarsi a cantarlo passivamente. Per descrivere “Come As You Are” dei Nirvana non credo che ci siano bisogno di parole ma basta semplicemente la […]


I Verdena ci lasciano sempre questo significato dinamico e non universale. Non sai mai se ti vogliono comunicare qualcosa, se c’è di mezzo l’eroina o una splendida ragazza. Comunque sia ti riempono i sensi di emozioni e ti portano aldilà della realtà. Questa è “Phantastica”, godetevela senza psicoanalizzare troppo le parole. Lascio anche la versione […]


“Black Hole Sun”, brano cult del 1994, è uno dei pezzi più noti e famosi dei Soundgarden. La canzone fu composta dal frontman Chris Cornell che dichiaro di averla scritta in circa 15 minuti, arrivando alla canzone usando un Leslie Speaker. Il chitarrista Kim Thayil disse che questo strumento era perfetto perché: “è molto beatlesiano […]


“Guaranteed” è stato scritta da Eddie Vedder, il cantante dei Pearl Jam, per il film di Sean Penn “Into the Wild”. Il testo è stato ispirato dalla storia vera di Christopher McCandless, un giovane laureato, che, nel 1990 all’età di 22 anni, si lasciò alle spalle una vita di comfort per mettersi alla prova contro […]


Ahh i tumulti dell’amore…”Get Free” dei The Vines è molto forte e attraverso un suono molto grunge ci riesce a trasmettere la rabbia del cantante dopo un litigo con la sua ragazza. La canzone è molto emotiva e dice “non mi ha mai amato, ma perché non dovrebbe farlo nessuno?”. Inoltre le dice anche di […]


“It’s evolution baby”. L’evoluzione che ci sta portando alla perdita della Terra, l’evoluzione dell’uomo che si crede avanti. I Pearl Jam con “Do The Evolution”, canzone del 1998, criticano aspramente lo sviluppo della  società. Il testo è in perfetta simbiosi con il video animato che cerca di spiegare con l’immagine le parole di Eddie Vedder, […]


“What else should I be” si chiedeva Kurt Donald Cobain. La risposta è “All Apologies” scritta nel 1990 e registrata nel 1993 per l’album “In Utero”. Insieme a “Rape Me” costituisce una sorta di denuncia verso il potere dei media, anche se per i più è un ‘ultima nota alla figlia Francis Bean Cobain, in […]