“How Many Roads”

04Mag10

Bob Dylan, nato con il nome di Robert Allen Zimmerman,  è una delle più importanti figure degli ultimi cinquant’anni nel campo musicale, in quello della cultura popolare e, secondo molti, della letteratura. La maggior parte delle sue canzoni più conosciute risale agli anni ’60, quando l’artista si è posto come figura chiave del movimento di protesta americano. Infatti il brano destinato a restare nella storia della musica, e a lanciare su scala planetaria il giovane Dylan, fu “Blowin’ In The Wind”, che diverrà da allora la canzone di protesta per eccellenza e al tempo stesso una vera e propria bandiera del pacifismo, per i versi dal contenuto universale e senza tempo, temi già illustrati dai cantori della beat generation come Jack Kerouac ed Allen Ginsberg. Tre semplici strofe sono in questo caso sufficienti al compositore-poeta per interrogarsi su tematiche sociali ed esistenziali. In particolare, al centro della sua visionaria poeticità sono il senso della condizione umana e l’incapacità dell’uomo di ripudiare in maniera definitiva e totale ogni tipo di guerra. Nel ritornello, rivolto metaforicamente ad un ipotetico amico, nel quale si potrebbe identificare l’intera umanità, viene data una risposta che lascia uno spiraglio all’ottimismo: “The answer is blowing in the wind”




2 Responses to ““How Many Roads””

  1. Che canzone!Per molti, manifesto della generazione dei giovani statunitensi!
    MI PIACE!

  2. 2 ale

    stupenda…come Hurricane! è pura, classica protesta


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: